Mediacontech, accordo ristrutturazione debito con banche

mercoledì 30 ottobre 2013 18:19
 

MILANO, 30 ottobre (Reuters) - Mediacontech ha sottoscritto l'accordo di ristrutturazione del debito bancario (in base all'articolo 182-bis della legge fallimentare) con gli istituti di credito coinvolti.

L'accordo, si legge in un comunicato della società attiva nei digital media, prevede il riscadenziamento del debito bancario a medio lungo termine per un importo di circa 36 milioni e un fabbisogno complessivo di cassa relativo a Mediacontech e ad alcune delle controllate pari a circa 13,3 milioni.

Il fabbisogno verrà coperto in parte mediante la concessione di nuova finanza da parte delle banche (per circa 2,3 milioni), che sarà erogata per circa 1 milione sotto forma di finanziamento-ponte e per la parte residua subordinatamente all'emissione del provvedimento di omologa.

La parte restante del fabbisogno verrà coperta mediante apporti dell'azionista di maggioranza, Lupo Spa.

Lupo, in particolare, fornirà un finanziamento ponte di 750.000 euro e sottoscriverà, dopo l'omologa dell'accordo di ristrutturazione, un aumento di capitale fino a 15 milioni (per 11 milioni mediante nuove risorse e per la restante parte mediante utilizzo di versamenti in conto futuro aumento di capitale).

Mediacontech, inoltre, ha sottoscritto con i soci di minoranza di Deltatre un accordo di riscadenziamento del relativo credito di earn out per il prezzo differito relativo all'acquisto della partecipazione della controllata Deltatre Spa (risalente a ottobre 2008) pari a circa 6 milioni.

Oggi, infine, il Cda di Mediacontech ha approvato il piano industriale 2013-2016, che prevede la valorizzazione delle controllate "a elevato potenziale di crescita", la ristrutturazione e la cessione di altre società del gruppo.

Per leggere il comunicato integrale, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia