Spagna, da Stato 28 mld per rafforzamento capitale banche - fonti

mercoledì 30 ottobre 2013 12:39
 

MADRID, 30 ottobre (Reuters) - Le banche spagnole riceveranno dal governo 28 miliardi di euro a sostegno della loro capitalizzazione, attraverso la trasformazione degli attivi fiscali differiti in crediti di imposta, garantiti dallo stato, che potranno essere contabilizzati come capitale nell'ambito delle nuove regole di Basilea III.

Lo riferiscono cinque fonti, ufficiali e bancarie, secondo cui la misura ha già ottenuto il via libera della Bce e verrà ufficializzata in novembre.

Molti analisti considerano tale provvedimento la chiave per capire se le banche spagnole saranno in grado di passare gli stress test europei dell'anno prossimo. In base alle regole di Basilea III i cosiddetti attivi fiscali differiti ('deferred tax assets') non potranno essere utilizzati al fine del computo del capitale 'core' delle banche a partire dal gennaio 2014, potenzialmente indebolendo i parametri di solvibilità degli istituti di credito spagnoli.

Un portavoce del ministero del Tesoro spagnolo - cui spetta l'ultima parola sul provvedimento - ha spiegato che nessuna decisione definitiva è stata ancora presa. Un no comment è invece giunto dal ministero dell'Economia e dalla Banca di Spagna.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia