Legge Stabilità, probabile quadro macro meno favorevole - Corte conti

martedì 29 ottobre 2013 10:35
 

ROMA, 29 ottobre (Reuters) - La Corte dei conti ritiene che ci sia un'alta probabilità che si realizzi un quadro macroeconomico meno favorevole di quello prospettato dal governo, tenendo conto di impatti più contenuti sulla crescita del pagamento dei debiti della Pa.

Lo ha detto oggi il presidente della Corte dei conti, Raffaele Squitieri, in un'audizione davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato.

"In particolare la più ampia ripresa del processo di accumulazione che si riscontra nello scenario governativo incorpora il robusto impulso macroeconomico attribuito al dl 35 in materia di pagamenti dei debiti della PA verso le imprese", ha detto Squitieri ai parlamentari.

"Si potrebbero invece realizzare andamenti incrementali più contenuti se si confermassero a consuntivo i risultati di alcune prime valutazioni effettuate dalla Corte sugli impatti addizionali del provvedimento", ha aggiunto Squitieri.

Il Tesoro ritiene che nel 2014 l'Italia possa crescere dell'1% in media annua, contro il +0,7% indicato dalla maggior parte degli analisti come lo scenario migliore. L'obiettivo di indebitamento netto indicato nella Nota di aggiornamento del Def è pari al 2,5% del Pil.

(Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia