Legge stabilità, pochi margini per taglio spese - Corte conti

martedì 29 ottobre 2013 10:33
 

ROMA, 29 ottobre (Reuters) - Il risanamento dei conti pubblici non può contare su significativi tagli della spesa, quanto piuttosto su interventi di razionalizzazione e redistribuzione.

Lo ha detto il presidente della Corte dei Conti Raffaele Squitieri in un'audizione sulla legge di Stabilità davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato.

"Il percorso di aggiustamento richiede, in tutti i settori, una attenta selezione degli interventi da attivare per ridurre l'intermediazione pubblica, siano essi tagli di spesa o benefici fiscali", ha detto Squitieri.

Gli interventi di contenimento della spesa delle amministrazioni centrali e locali "non sembrano offrire margini di manovra risolutivi. E' quindi necessario procedere ad una revisione più radicale dei confini entro cui opera il sistema di intervento pubblico", ha aggiunto.

Al commissario per la spending review, Carlo Cottarelli, spetterà quindi di intervenire sulla spesa "per via rigorosamente selettiva... le risorse vanno ricercate attraverso una operazione di seria redistribuzione, sia dal lato delle entrate sia dal lato della spesa".

(Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia