PUNTO 3-Alcoa, riprendono trattative con Klesch, stop mobilità per 500

lunedì 28 ottobre 2013 19:13
 

* A fine novembre verifica su trattativa con Klesch

* Alcoa: vendiamo solo a "parti affidabili"

* Fiom insoddisfatta, intervenga Chigi

* Azienda ha già restituito soldi multa Ue per aiuti Stato (Aggiunge commento Fiom)

di Francesca Piscioneri

ROMA, 28 ottobre (Reuters) - Alcoa è disponibile a riprendere le trattative con la svizzera Klesch, interessata a rilevare la fabbrica sarda di Portovesme, abbandonata un anno fa dalla multinazionale Usa dell'alluminio, aprendo così uno spiraglio affinché i circa 500 lavoratori del sito possano salvare il posto.

Il governo, dal canto suo, avvierà la procedura per garantire un secondo anno di cassa integrazione straordinaria ai dipendenti dello stabilimento del Sulcis, bloccando così la procedura di mobilità prevista dal primo gennaio 2014, anticamera del licenziamento.

E' quanto emerso dall'incontro di oggi pomeriggio al ministero dello Sviluppo economico tra il sottosegretario Claudio De Vincenti - che si è fatto portavoce di Alcoa, assente alla riunione - e i sindacati di categoria.

L'azienda in serata mostra cautela, e conferma sì la propria disponibilità a vendere ma solo "a parti affidabili". In giugno la trattativa naufragò proprio perché il piano degli svizzeri non fu giudicato tale dalla azienda statunitense.   Continua...