Btp in ripresa dopo calo iniziale, aste ben collocate

lunedì 28 ottobre 2013 13:47
 

MILANO, 28 ottobre (Reuters) - Il mercato obbligazionario
italiano migliora nel corso della mattinata dopo un'apertura
debole, riduce notevolmente le perdite e in qualche caso si
porta anche in territorio positivo.
    Il Tesoro italiano ha collocato con successo i primi due
titoli offerti nella prima della tre sedute d'asta della
settimana e i dealer guardano ora alle prossime offerte.
    Il mercato da una parte è appesantito dalle stesse tornate
d'asta e dalle prese di beneficio dopo circa un mese di rally,
dall'altra continua a essere sostenuto dalla considerazione, da
parte degli investitori, che la Fed manterrà lo stimolo
monetario ancora per qualche mese. 
    "Il mercato si è ripreso nel corso della mattinata, le aste
sono andate bene e qualche rimbalzo si è visto" dice Alessandro
Giansanti, strategist di Ing. "Credo che comunque vedremo ancora
quelche pressione nei prossimi giorni, in relazione alle aste,
anche perchè il mercato aveva corso molto nell'ultimo mese e
quindi un po' di realizzi sono fisiologici".
    "Più in generale si attende la chiusura del meeting del Fomc
Fed questa settimana, da cui potrebbero emergere nuovi indirizzi
di politica monetaria alla luce dei nuovi dati economici e in
relazione agli effetti dello shutdown" dice un altro strategist.
    I bund - che la scorsa settimana hanno segnato un massimo di
due mesi sulla scia di survey inferiori alle attese che hanno 
minato l'ottimismo per la ripresa della zona euro - stamane sono
partiti in calo per poi riprendersi leggermente. Stesso percorso
ha fatto il future Btp. 
    A metà seduta il tasso del decennale italiano, dopo
un'apertura a 4,225%, ridiscende a 4,212% dal 4,217% del finale
di seduta di venerdì e lo spread con l'analoga
scadenza del Bund si attesta a 247 punti base, invariato dalla
chiusura di venerdì e in prossimità del massimo dall'11 ottobre
segnato venerdì, quando il differenziale è salito fino a 248
punti base.
    Il decennale spagnolo rende un po' meno stamane, a 4,111%. 
    
    PRIMA SEDUTA D'ASTA A RENDIMENTI IN CALO, BUONA DOMANDA
    E' una seduta d'asta, quella di oggi con l'offerta di Ctz e
BTPei considerata solitamente tra le più 'facili', ma comunque
vanno rilevati ottimi bid-to-cover, rendimenti in calo e
l'assegnazione dell'ammontare massimo (3 miliardi) del range
offerto (2,25-3 mld). 
    Il rendimento risultato all'asta del Ctz giugno 2015 a
1,392% rappresenta il livello più basso dopo quell'1,113%
dell'asta di maggio che a sua volta rappresentava il minimo
dall'introduzione dell'euro. Nonostante ciò l'offerta è stata
dcisamente buona, con un bid-to-cover di 1,78. 
    "I valori dell'asta sono risultati in linea con il mercato e
il titolo è anche salito successivamante" dice un dealer. Il Ctz
infatti, assegnato a un prezzo al netto della commissione di
97,527, sul mercato quota a metà seduta a 97,52
, dopo un massimo di mattinata a 97,55. 
    Bene anche per il BTPei 'lungo', il settembre 2023, il quale
è stata assegnato al prezzo netto di 98,64 e quota
sul mercato poco sotto a metà seduta, a 98,512, dopo un massimo
stamane a 98,598. 
    Ora l'attenzione va alle prossime aste. Quella di domani è
sul Bot semestrale, offerto per 8 miliardi contri i 9,2 miliardi
in scadenza. Sul greymarket di Mts, stamane quota un rendimento
in un range ampio tra 0,694 e 0,657%. All'asta di fine settembre
il Bot a sei mesi è stato collocato al rendimento di 0,781%.
    Ma ancora più attenzione c'è per le aste di mercoledì sui
Btp a 5 e 10 anni, offerti per complessivi 5-6 miliardi, mentre
all'orizzone si profila l'offerta del BTP Italia che solitamente
domina la scesa per l'interesse che raccoglie da parte degli
investitori. 
    "Vedremo quando l'offerta del nuovo Btp Italia potrà avere
impatto sulla tratta corrispondente tra i 3 e i 5 anni" dice un
dealer che per ora vede solo lievi pressioni che si accomunano
all'andamento del resto del mercato. 
    La nuova edizione del Btp Italia - guidata da Mps e Bnp
Paribas - sarà sottoscrivibile dagli investitori da martedì 5 a
venerdì 8 novembre prossimi, con la possibilità per il Tesoro di
chiudere anticipatamente il collocamento, già alle ore 14 del
secondo giorno d'offerta [IDS:nL6N0I72K6] .
      
 ============================ 13,30 ===========================
FUTURES BUND DICEMBRE       141,11   (+0,04)
FUTURES BTP DICEMBRE        113,96   (-0,03)  
BTP 2 ANNI (GIU 15)     102,790  (-0,032)  1,584%
BTP 10 ANNI (MAR 24)   102,746  (-0,038)  4,213% 
BTP 30 ANNI (SET 44)    97,707  (+0,113)  4,954% 
========================= SPREAD (PB)========================== 
                                              ULTIMA CHIUSURA   
 
TREASURY/BUND 10 ANNI   77            76 
BTP/BUND 2 ANNI          140           141        
BTP/BUND 10 ANNI       247           247 
  livelli minimo/massimo            245,5-248,3  241,1-248,2   
BTP/BUND 30 ANNI       233           234
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   262,9         263,2  
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   74,1          74,7
=============================================================== 
    
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia