Btp cede parte rialzo, attesa Btp Italia pesa su indicizzati

mercoledì 23 ottobre 2013 17:29
 

MILANO, 23 ottobre (Reuters) - Chiusura mista per il
secondario italiano, dopo che nel corso della seduta i guadagni
sono stati erosi dalle prese di profitto. Il contesto per il
comparto dei titoli di Stato resta comunque di tassi piuttosto
bassi. 
    "Abbiamo visto discreti acquisti in mattinata e poi prese di
profitto che hanno portato al calo dei prezzi nel pomeriggio"
dice un trader. "Ma anche in questo contesto di economia ancora
un po' claudicante, 'le Cassandre del default' non vengono più
ascoltate, quindi anche le periferie fanno piuttosto bene".
    In questo quadro generale, la Spagna sovraperforma l'Italia,
su ottimistiche attese relative alla crescita economica.
    Nel bollettino mensile di questa mattina Banca di Spagna ha
indicato che nel terzo trimestre l'economia ha registrato una
crescita dello 0,1% dal -0,1% visto nel trimestre precedente, il
miglior dato dall'inizio della crisi. Il dato verrà pubblicato
da Ine il 31 ottobre.
    Alle 17,30 circa il decennale spagnolo di riferimento
 vede un rialzo più significativo del corrispettivo
italiano (+0,642), per un rendimento a 4,136%, un tasso ancora
superiore a quello del benchmark Btp decennale ma con in margine
più ridotto. Alla stessa ora il bechmark italiano vede un rialzo
di prezzo di 0,060 rende 4,118% per uno spread di appena 1,8
punti base.
    Sul fronte del primario, oggi la Germania ha collocato 1,7
miliardi del Bund trentennale, con un rendimento in rialzo
rispetto all'ultima asta e un bid-to-cover in calo.
 

    ABBANDONO INDICIZZATI IN VISTA BTP ITALIA
    In vista dell'imminente collocamento del Btp Italia, titolo
indicizzato all'inflazione e la cui cedola verrà fissata il 4
novembre, gli operatori del mercato hanno effettuato una corsa
alle vendite del comparto, determinando un rialzo dei rendimenti
e un calo dei prezzi.
    "Il comparto degli indicizzati è stato abbastanza massacrato
nell'ultima settimana. Non credo che si andrà molto oltre in
questa dinamica, anche perché l'effetto è stato praticamente già
raggiunto" dice un trader. "Molti di noi hanno venduto titoli
indicizzati all'inflazione europea emessi dall'Italia, per il
titolo indicizzato all'inflazione italiana. È un modo di
garantirsi un rendimento più alto dal titolo in via di
emissione". 
    "Nel giro di una settimana i rendimenti sono saliti di circa
10 punti base" precisa.
    La prossima emissione del Btp Italia si terrà da martedì 5 a
venerdì 8 novembre 2013 con la novità di una possibile chiusura
anticipata già alle 14 del secondo giorno di offerta.
    Oggi a mercati chiusi il Tesoro annuncerà i quantitativi di
Ctz e Btpei in asta lunedì prossimo. 
     
============================ 17,30 ============================
FUTURES BUND DICEMBRE       140,88   (+0,34)
FUTURES BTP DICEMBRE        114,73   (+0,14)  
BTP 2 ANNI (GIU 15)     103,087  (-0,018)  1,440%
BTP 10 ANNI (MAR 24)   103,537  (+0,060)  4,118% 
BTP 30 ANNI (SET 44)    98,142  (+0,458)  4,925% 
========================= SPREAD (PB)========================== 
                                              ULTIMA CHIUSURA   
 
TREASURY/BUND 10 ANNI   72            73 
BTP/BUND 2 ANNI          128           129        
BTP/BUND 10 ANNI       235           233 
  livelli minimo/massimo            231,2-235,9  232,7-235,4   
BTP/BUND 30 ANNI       228           229
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   267,8         268,6  
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   80,7          82,8
=============================================================== 
    (Irene Chiappisi)
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia