Portogallo negozia linea credito precauzionale per inizio 2014- minEco

lunedì 21 ottobre 2013 15:15
 

LONDRA, 21 ottobre (Reuters) - Il Portogallo sta trattando con i creditori internazionali per la concessione di una linea di finanziamento 'precauzionale' all'inizio dell'anno prossimo, fiducioso di non dover fare ricorso a un secondo pacchetto di salvataggio.

Lo dice il ministro dell'Economia Antonio Pires de Lima.

"Stiamo preparando un programma precauzionale" dice alla stampa in occasione di una tavola rotonda londinese.

"Davvero non credo avremo bisogno di un secondo programma" aggiunge.

Alla possibilità che Lisbona ricorra a una linea di credito precauzionale ha già fatto riferimento il mese scorso il vice premier Paulo Portas, secondo cui Lisbona deve porre fine al "periodo di protettorato estero" in vigore secondo l'attuale schema degli aiuti internazionali, mentre un prestito 'standby' sarebbe una formula completamente diversa.

A metà del 2014 termina il programma degli aiuti Ue-Fmi-Bce e il Portogallo deve tornare a finanziarsi sui mercati. Molti analisti sono del parere che Lisbona avrà comunque bisogno di ulteriore tutela da parte dei partner comunitari.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia