Btp,per emissioni 2014 decisivo contributo famiglie, esteri-Prometeia

lunedì 21 ottobre 2013 13:33
 

MILANO, 21 ottobre (Reuters) - Le banche italiane difficilmente saranno in grado di assorbire nei propri portafogli le emissioni nette del debito pubblico italiano l'anno prossimo, e questo renderà fondamentale il contributo delle famiglie e degli investitori esteri.

E' quanto sostiene l'istituto di ricerca Prometeia, secondo cui l'anno prossimo il debito pubblico nel 2014 continuerà ad espandersi in valore assoluto di 65 miliardi di euro, dopo essere cresciuto di 82 miliardi quest'anno, raggiungendo il 134% del Pil.

"Il collocamento del nuovo debito pubblico l'anno prossimo dovrà trovare spazio prevalentemente nei portafogli delle famiglie, in modo indiretto o indiretto, o in quelli esteri", si legge nella nota dell'istituto di ricerca che accompagna il nuovo rapporto trimestrale sull'Italia.

"Difficilmente il sistema bancario potrà assorbire un tale ammontare del debito pubblico nei propri portafogli dopo averne assorbiti circa 100 miliardi nel 2013, anzi potrebbe ridurre lo stock di titoli pubblici detenuti", aggiunge la nota.

Stamane il ministero dell'Economia ha spiegato che tornerà ad emettere titoli denominati in valuta estera, utilizzando il nuovo sistema di garanzie bilaterali per la gestione dei derivati. Una misura volta, tra l'altro, a favorire "un più agevole ed economico collocamento dei titoli di Stato". .

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

BANCHE ITALIA IN 2014 DIFFICILMENTE POTREBBERO ASSORBIRE NUOVE EMISSIONI DEBITO PUBBLICO, POTREBBERO RIDURRE STOCK -PROMETEIA