Tesoro tornerà a emettere in valuta con collaterale su derivati

lunedì 21 ottobre 2013 13:07
 

ROMA, 21 ottobre (Reuters) - L'Italia tornerà a emettere titoli denominati in valuta straniera utilizzando il nuovo sistema di garanzie bilaterali per la gestione dei derivati.

Lo dice il ministero dell'Economia spiegando come funziona il nuovo standard, di cui Reuters ha già scritto in precedenza, che dovrebbe confluire nel decreto legge collegato alla legge di Stabilità. .

Il bilateral collaterale si concretizza nello scambio di somme liquide con le banche controparti il cui ammontare varia in continuazione, perché dipende dal valore di mercato complessivo delle posizioni in essere.

"La valutazione dell'adeguatezza della garanzia rispetto al valore delle posizioni coperte viene effettuata con cadenza di breve termine, di norma da giornaliera a settimanale", si legge nella relazione allegata alla bozza di decreto legge.

Il Tesoro dice che l'adeguamento dell'Italia a questo standard di mercato "permetterà anche di tornare a emettere titoli denominati in valuta estera, attività che richiede una copertura del rischio di cambio mediante derivati e che, in assenza di collateralizzazione, risulta eccessivamente onerosa".

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia