Legge Stabilità, Confindustria teme peggiori alle Camere - Squinzi

sabato 19 ottobre 2013 12:17
 

ROMA, 19 ottobre (Reuters) - Il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, teme che l'intervento del Parlamento sulla Legge di stabilità sia peggiorativo, e lamenta l'assenza di un serio intervento di spending review.

"Siamo timorosi che in fase di conversione sopravvengano interventi di tipo elettoralistico", ha detto oggi Squinzi ai microfoni di RaiNews24.

Squinzi ha poi detto di ritenere che le parole sul "coraggio" pronunciate ieri dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano fossero "per i partiti, perché quello che ci è mancato in questa manovra è proprio quello".

Ieri Napolitano ha difeso l'impianto della Legge di stabilità dicendo che "bisogna intendersi sulla parola coraggio", che secondo molti è mancato al governo di larghe intese.

"Ora l'imperativo - ha proseguito Squinzi - è ritrovare la via della crescita, che non si trova con lo status quo, ma presuppone interventi precisi".

Squinzi ha lamentato che "non ci sia stato alcun intervento serio di spending review", e ha spiegato che Confindustria ha "pronta tutta una serie di suggerimenti" per la conversione della Legge di stabilità.

(Antonella Cinelli)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia