Letta chiederà fiducia a Camere: 'Serve confronto duro e netto'

venerdì 27 settembre 2013 23:05
 

ROMA, 27 settembre (Reuters) - Enrico Letta si prepara a chiedere nei prossimi giorni la fiducia del Parlamento su "un nuovo discorso programmatico".

L'annuncio arriva da Graziano Delrio, ministro in quota Pd per gli Affari regionali e le autonomie locali, al termine del teso confronto in Consiglio dei ministri sulle dimissioni in massa che i parlamentari del Pdl hanno minacciato se il Senato dovesse votare la decadenza di Silvio Berlusconi.

Palazzo Chigi riporta in una nota una lunga dichiarazione di Letta: "Dinanzi a noi c'è la necessità di un confronto il più duro e netto possibile. Non sono disponibile ad andare oltre senza questo passaggio di chiarezza. Un'efficace azione di governo è evidentemente incompatibile con le dimissioni in blocco dei membri di un gruppo parlamentare che dovrebbe sostenere quello stesso esecutivo. O si rilancia, e si pongono al primo posto il Paese e gli interessi dei cittadini, o si chiude questa esperienza".

"Non ho alcuna intenzione di vivacchiare o di prestare il fianco a continue minacce e aut-aut. Quanto accaduto mercoledì scorso proprio mentre rappresentavo l'Italia all'assemblea generale delle Nazioni Unite - contestualità non casuale - è inaccettabile", ha aggiunto il Capo del governo.

Flavio Zanonato, ministro Pd dello Sviluppo, parla di una "situazione che assomiglia molto a una crisi" di governo.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia