27 settembre 2013 / 17:02 / 4 anni fa

PUNTO 2-Manovra, bozza decreto sospende Iva, salgono accise e acconti

* Tagli a ministeri per ridurre il deficit al 3% del Pil

* Cassa integrazione in deroga, governo trova altri 330 mln

* Btp, Tesoro può garantire operazioni in derivati (Accorpa pezzi, aggiunge dettagli al sesto e settimo paragrafo)

ROMA, 27 settembre (Reuters) - Il governo dovrebbe congelare l'Iva dal primo ottobre al 31 dicembre aumentando sia le accise sui carburanti sia gli acconti Ires e Irap di novembre sulle società di capitali.

Lo si legge nella bozza del decreto legge che il Consiglio dei ministri, riunito dalle a Palazzo Chigi, dovrebbe approvare oggi.

Congelare fino a dicembre l'aliquota ordinaria Iva oggi pari al 21% costa 1,056 miliardi. Alla voce coperture la bozza prevede che gli acconti Ires e Irap salgano nel 2013 al 103 dal 101%. La relazione tecnica stima 890 milioni di gettito in più nel 2013 e minori entrate di pari ammontare nel 2014.

Le accise su benzine e gasolio salgono di 2 centesimi fino al 31 dicembre 2013 e di 2,5 centesimi dal primo gennaio 2014 al 15 febbraio 2015. Il Tesoro si aspetta di incassare 184,9 milioni quest'anno e 906,6 milioni nel 2014.

Il decreto stabilisce inoltre che "entro il 31 dicembre" il governo ridefinisca le aliquote ridotte del 4 e del 10% "nonché gli elenchi dei beni da assoggettare alle medesime in modo tale da assicurare, a decorrere dall'anno 2014, l'invarianza del gettito complessivo".

L'aumento dell'aliquota ordinaria dal 2014 non colpirà i tabacchi. La relazione illustrativa del decreto spiega che l'esecutivo teme un "forte impatto recessivo" sui produttori e introduce pertanto una compensazione: l'accisa sulle sigarette scenderà da gennaio di 0,67 punti percentuali.

Confermando quanto riferito nei giorni scorsi da fonti governative, la bozza riduce il rapporto deficit/Pil del 2013 al 3 dal 3,1% accantonando "le disponibilità di competenza e di cassa relative alle spese rimodulabili del bilancio dello Stato". Dai tagli sono esclusi il ministero dell'Istruzione, i fondi per la ricerca ed Expo 2015.

Il decreto rifinanzia poi la cassa integrazione in deroga del 2013 con altri 330 milioni e incrementa di 120 milioni il Fondo di solidarietà comunale, che assicura a tutti i sindaci le risorse minime per finanziare i servizi pubblici locali.

Novità in materia di giochi: cala al 20 dal 25% l'aliquota della sanatoria a favore dei concessionari di slot machine prevista dal decreto sull'Imu. Per incentivare le società, il decreto stabilisce che, "in caso di accoglimento, la somma dovuta sarà comunque pari a quella versata in un apposito conto corrente infruttifero intestato al ministero dell'Economia".

Per facilitare il collocamento di titoli di Stato, il decreto consente al Tesoro di garantire le operazioni su strumenti derivati tramite "collateral bilaterale".

"Tipicamente questa forma di garanzia si concretizza nello scambio di somme liquide il cui ammontare, soggetto a continue fluttuazioni, dipende dal valore di mercato complessivo delle posizioni oggetto della garanzia", spiega la relazione illustrativa.

La gestione della garanzia è assimilabile "all'operatività di mercato monetario" e "può avvenire mendiante movimentazione della liquidità sul conto di tesoreria", prosegue la bozza.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below