PUNTO 1-Italia, in primi 8 mesi costo medio emissioni Tesoro 2,08%

giovedì 19 settembre 2013 18:40
 

(unisce take, aggiunge dichiarazioni Cannata, contesto)

ROMA, 19 settembre (Reuters) - Nei primi 8 mesi il costo medio delle emissioni dei titoli di Stato italiani è stato pari al 2,08%.

A dirlo è la responsabile del Tesoro per le gestione del debito, Maria Cannata.

"Tutto sommato, non ci possiamo lamentare" ha detto Cannata, dopo aver spiegato che da gennaio ad agosto il costo medio delle emissioni è stato del 2,08%.

"La situazione è stabilizzata. Gli investitori stranieri sono tornati con una certa regolarità, non a livello di incrementare la loro quota ma di stabilizzarla" ha poi aggiunto, durante il suo intervento al convegno per i 25 anni di Mts, la piattaforma elettronica per il trading dei titoli di Stato.

Cannata, poi, ad esempio della significativa presenza degli stranieri, ha citato la quota di quasi il 9,5% del Btp a 30 anni acquistato quest'anno da soggetti statunitensi.

A fine giugno gli investitori esteri detenevano titoli per 674 miliardi, con una quota del 38,7% in lieve calo rispetto al circa 40% visto nei primi mesi dell'anno.

Prima della fine del 2013 il Tesoro è atteso dalla seconda emissione di un Btp Italia. Dopo il successo di aprile - con il collocamento di circa 17 miliardi in soli due giorni - la nuova emissione, ha spiegato Cannata, avverrà entro il mese di novembre. L'attesa, anche alla luce del livello del funding rivisto verso l'alto per il cattivo andamento del fabbisogno, è di un'emissione di almeno 10 miliardi.

In tema di titoli di Stato Cannata ha poi spiegato che sul fondo di ammortamento il Tesoro ha 5-5,5 miliardi di euro che utilizzerà di qui a fine anno in riduzione del debito.   Continua...