PUNTO 1-Tesoro vede deficit tendenziale 2013 verso 3,1% - fonte

mercoledì 18 settembre 2013 19:01
 

(Aggiunge dettagli)

ROMA, 18 settembre (Reuters) - L'indebitamento netto dovrebbe raggiungere il 3,1% del Pil alla fine del 2013, costringendo il governo a intervenire con una contenuta correzione dei saldi di bilancio per rispettare gli impegni assunti con la Commissione europea.

Lo riferisce una fonte governativa a due giorni dal 20 settembre, termine entro il quale il ministero dell'Economia dovrà diffondere il nuovo quadro macroeconomico e di finanza pubblica attraverso la Nota di aggiornamento al Def.

"Rientreremo nel [tetto del] 3%", assicura la fonte.

Nel Def di metà aprile l'esecutivo uscente di Mario Monti aveva indicato un indebitamento programmatico pari al 2,9% del Pil.

Come sempre accade, il nuovo quadro di finanza pubblica è a legislazione vigente e sconta pertanto l'aumento dell'Iva dal prossimo primo ottobre.

L'Italia "non può permettersi di tornare indietro sulla procedura d'infrazione", ha scritto il Tesoro nella bozza dell'agenda per la crescita.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia