Italia, preoccupante che non ha fatto dismissioni per taglio debito - Rehn

martedì 17 settembre 2013 15:39
 

ROMA, 17 settembre (Reuters) - La Commissione europea ritiene la cessione di asset pubblici uno strumento valido per abbattere il debito ed è preoccupata che l'Italia non abbia ancora fatto le dismissioni per un punto percentuale di Pil all'anno come previsto.

Lo ha detto il commissario agli Affari economici e monetari, Olli Rehn, nel corso di una conferenza stampa a Roma dopo la sua audizione in Parlamento.

Il progetto di dismissione di patrimonio pubblico per un punto di Pil all'anno era uno degli impegni del governo di Mario Monti.

"In generale è sempre una preoccupazione quando un impegno non viene raggiunto", ha risposto Rehn a proposito di questo obiettivo di riduzione del debito con le dismissioni.

"E' tanto preoccupante quanto interessante che l'Italia non abbia fatto dismissioni per un punto di Pil all'anno. Detto questo la Commissione ha una posizione di assoluta neutralità", ha aggiunto il commissario.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia