September 16, 2013 / 5:51 PM / 4 years ago

Riva Acciai, governo studierà possibile commissariamento -Letta

3 IN. DI LETTURA

ROMA, 16 settembre (Reuters) - Il governo intende verificare la possibilità giuridica di commissariare le aziende del Gruppo Riva, dopo che la proprietà ha annunciato la messa in libertà di 1.400 lavoratori nei siti del nord Italia a seguito del sequestro preventivo di un miliardo di euro da parte della magistratura.

"Direi una cosa falsa se non dicessi che una vicenda così comòoicata il governo farà tutta la pressione sull'azienda perché riapre, ma farà anche tutto il percorso giuridico per verificare se quello che si è fatto su Taranto si può fare anche su Varese, Verona e sugli altri siti", ha detto Letta, durante la registrazione della trasmissione tv di Rai Uno Porta a porta.

Per Letta l'eventuale commissariamento deve essere a prova giuridicamente ineccepibile, "se no Riva fa ricorso e siamo daccapo".

Il premier ha anche detto che secondo il governo Riva Acciai, nonostante l'intervento preventivo della procura di Taranto - che indaga per disastro ambientale nell'impianto Ilva della città pugliese - l'azienda non ha alcun divieto di uso delle fabbriche, che possono dunque lavorare.

Riva Acciaio sostiene al contrario di non avere nessuna facoltà d'uso dei beni sequestrati dalla Guardia di Finanza e ricorda che con l'operazione sono stati revocati dalle banche tutti i fidi impedendo non solo la "normale attività produttiva, ma anche operazioni minimali, quali pagare le utenze o gli spedizionieri per la consegna dei materiali già venduti".

Questa sera il ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato incontra il presidente dell'Ilva Bruno Ferrante, in qualità di rappresentante del gruppo Riva.

Giovedì scorso Riva ha annunciato la sospensione delle attività in sette impianti e la messa in libertà di 1.400 lavoratori a seguito del sequestro di beni per 1 miliardo circa.

La procura di Taranto ha chiesto il sequestro preventivo di beni per 8 miliardi dei Riva nell'ambito dell'indagine per disastro ambientare alle acciaierie Ilva di Taranto, di proprietà della famiglia. Finora sono stati sequestrati beni per circa un miliardo.

I dipendenti messi in libertà giovedì sono occupati negli impianti di Verona, Caronno Pertusella (Varese), Lesegno (Cuneo), Malegno, Sellero, Cerveno (Brescia) e Annone Brianza (Lecco) e Riva Energia e Muzzana Trasporti.

(Massimiliano Di Giorgio)

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below