Governo, barometro resta variabile, troppi scontri partiti-Letta

lunedì 16 settembre 2013 18:55
 

ROMA, 16 settembre (Reuters) - Il barometro del governo resta sul "variabile", mentre il livello dello scontro tra i partiti si è alzato, ma la tensione non dipende solo dalle scelte legate alla decadenza da parlamentare di Silvio Berlusconi, dopo la condanna definitiva per frode fiscale.

Lo dice Enrico Letta, ospite questa sera per la prima volta come presidente del Consiglio della trasmissione tv Porta a porta su Rai 1.

Il barometro dell'esecutivo segna "un buon variabile nel mezzo, proprio in bilico. Siamo di fronte a scelte importanti: se va di qui molto bene, se va di là molto male", dice il premier rispondendo a una domanda di Bruno Vespa.

Dipende solo dal caso Berlusconi, su cui mercoledì la giunta delle elezioni del Senato è chiamata a dare un primo voto, e che potrebbe portare il Pdl a uscire dalla maggioranza di coalizione? "Non dipende solo dalle scelte che farà Berlusconi", risponde Letta.

"Noto che da alcune settimane si è alzato il livello dello scontro tra i partiti. Attenzione: non può essere richiesto al presidente del Consiglio e al presidente della Repubblica di tenere in piedi le istituzioni mentre tutti gòli altri se le danno di santa ragione", dice il premier. Che ripete: "Non possiamo essere io e il presidente della Repubblica i parafulmini che tengono in piedi tutto il sistema".

Dunque richiama "tutti alle responsabilità che il Paese ci chiede e i nostri figli ci chiedono" e, dopo aver escluso nei primi quattro e mesi di governo di poter lasciare Palazzo Chigi, ora dice: "Se però verificassi che la mia permanenza peggiorasse la situazione, e consentisse ad altri di nascondersi dietro ad alibi, allora non esiterei un attimo a trarre le conseguenze" e a lasciare.

Letta se la prende anche con chi accusa il suo governo di aver passato quattro mesi e mezzo "a girarsi i pollici" - pur senza citare il suo alleato di partito Matteo Renzi, che ha criticato l'immbolismo dell'esecutivo - e ribatte che Palazzo Chigi ha già mobilitato risorse per 10 miliardi in un triennio.

(Massimiliano Di Giorgio)

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia