PUNTO 1-Italia, produzione industria luglio -1,1%, attese +0,3%

giovedì 12 settembre 2013 13:25
 

* Inaspettato calo produzione in linea con dati altri paesi europei

* Mesi estivi volatili, terzo trimestre potrebbe ancora essere leggermente negativo

* Pil visto comunque positivo a fine anno, a meno di crisi di governo

di Gabriella Bruschi

MILANO, 12 settembre (Reuters) - Il primo dato sull'attività economica italiana ad affacciarsi sul terzo trimestre è stato un brutto colpo per coloro che hanno sperato in una ripresa. Tuttavia gli economisti si mostrano ancora cautamente positivi per i prossimi mesi e vedono comunque una ripersa economica a fine anno. Sempre che eventuali crisi politiche non ostacolino il percorso.

La produzione industriale italiana ha visto un inaspettato calo dell'1,1% su mese, mentre il consensus era per una crescita dello 0,3%, portando il tendenziale annuo a -4,3%.

In giugno la produzione era cresciuta dello 0,2% su mese per un tendenziale annuo di -2,1%.

"I mesi estivi risultano spesso un po' volatili e questo inaspettato calo che vediamo della produzione italiana lo si è potuto constatare anche in Germania e in Francia" dice Paolo Mameli, economista di Intesa Sanpaolo. "Bisognerà attendere il dato di agosto che potrebbe anche mostrare un rimbalzo, ma in questo momento dobbiamo pensare che anche per il terzo trimestre la produzione potrebbe avere un segno negativo - che noi prevediamo tra -0,1% e -0,3%"

In Germania la produzione industriale in luglio è risulata a -1,7% contro attese di -0,5%, in Francia a -0,6% contro un consensus di +0,5% e in Spagna a -0,5%.   Continua...