Italia, rischi crescenti su rispetto target deficit 2013- Bce

giovedì 12 settembre 2013 10:01
 

ROMA, 12 settembre (Reuters) - L'andamento del fabbisogno del bilancio pubblico in Italia segnala rischi crescenti sulla capacità di centrare l'obiettivo di disavanzo al 2,9% rispetto al Pil.

Lo dice la Banca centrale europea nel suo Bollettino mensile.

"In Italia, le informazioni preliminari sull'esecuzione del bilancio dello Stato in base ai dati di cassa fino a luglio 2013 indicano un fabbisogno finanziario cumulato di 51 miliardi di euro (3,3 per cento del Pil), in aumento da quasi 28 miliardi (1,8 per cento del Pil) nello stesso periodo del 2012", dice la Bce nel Bollettino.

"Il peggioramento, dovuto soprattutto all'erogazione di sostegno al settore finanziario e al rimborso di arretrati, mette in risalto i rischi crescenti per il conseguimento dell'obiettivo di disavanzo delle amministrazioni pubbliche nel 2013 (2,9 per cento del Pil)", aggiunge la Bce.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia