Tobin tax, Germania spinge ancora per rapida introduzione

martedì 10 settembre 2013 15:43
 

BERLINO, 10 settembre (Reuters) - La Germania è ancora favorevole a una rapida introduzione della tassa sulle transazioni finanziarie (FTT), secondo il ministero delle Finanze tedesco, dopo che i servizi legali dell'Unione europea hanno detto che il piano per introdurre il tributo è incompatibile con il trattato.

"Il governo tedesco sostiene una rapida introduzione della FTT per buone ragioni. Vogliamo rendere il contributo del settore finanziario adeguato ai costi delle crisi finanziarie", ha detto il ministero in una nota.

"Su questo non è cambiato nulla. I dubbi legali debbono essere chiariti e dissipati prima possibile".

In precedenza Reuters ha scritto che i servizi legali per gli Stati membri dell'Unione europea hanno detto in un loro parere datato 6 settembre che il piano per la tassazione delle transazioni, noto anche come Tobin tax, "va oltre la giurisdizione degli Stati membri per la tassazione secondo le norme del diritto consuetudinario internazionale".

Il piano non è compatibile "con il trattato Ue" in quanto viola le competenze tributarie degli Stati membri non partecipanti", dice il documento ottenuto da Reuters.

Una tassa sulle transazioni solo in alcuni Stati membri sarebbe anche "discriminatorio e rischia di portare a una distorsione della concorrenza a danno degli Stati membri non partecipanti".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia