Italia, ripresa in vista ma rischi da possibile instabilità politica- Visco

martedì 10 settembre 2013 09:52
 

ROMA, 10 settembre (Reuters) - Ci sono segnali coerenti con un quadro di graduale ripresa in Italia, ma esiste un rischio legato alle preoccupazioni degli investitori per una possibile instabilità politica.

Lo ha detto il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco in un intervento in inglese "The Exit from the Euro Crisis: Opportunities and Challenges of the Banking Union" presso il Ministero degli Affari esteri nell'ambito del Council of Councils Regional Conference organizzato dallo IAI.

"Gli ultimi indicatori sono coerenti con un graduale miglioramento: il declino del prodotto dovrebbe interrompersi nei prossimi mesi. Il rischio al ribasso di questo scenario è nelle preopccupazioni degli investitori per la possibile instabilità politica", dice Visco nel suo intervento.

"In Italia la recessione è stata più lunga e più grave che nella maggior parte degli altri Paesi. Nel primo semestre del 2013 il Pil è calato ancora, ma a un passo più lento, con le esportazioni che ancora forniscono il maggiore stimolo".

Nell'area dell'euro, analogamente, il governatore registra la fine del lungo ciclo recessivo.

"Ci sono segnali che la contrazione stia arrivando alla conclusione", dice, avvertendo però che c'è ancora cautela sulla forza della ripresa.

"Comunque, tempi e forza della ripresa sono ancora estremamente incerti".

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia