Italia, primo taglio cuneo fiscale in manovra metà ottobre - Giovannini

sabato 7 settembre 2013 11:55
 

CERNOBBIO, 7 settembre (Reuters) - Una primo taglio del cuneo fiscale sarà inserito nella legge di stabilità di metà ottobre, in occasione della quale saranno presentate una serie di simulazioni per garantire che le coperture del provvedimento avvengano riallocando le risorse nella maniera più favorevole alla crescita.

Lo ha detto parlando con i giornalisti al workshop Ambrosetti in corso a Cernobbio, sottolineando come la stabilità del governo, messa a dura prova della vicenda della decadenza di Silvio Berlusconi dalla carica di senatore, sia fondamentale per dare attuazione ai provvedimenti per far ripartire la crescita e non minare la ripresa in atto

"A metà ottobre ci sarà una proposta nella legge di stabilità", ha detto il ministro, spiegando che, per quanto riguarda le coperture, verranno presentate delle simulazioni in cui per valutare l'impatto della riallocazione delle risorse "per valutarne l'impatto sulla crescita", ha detto il ministro.

La riduzione della tassazione sul lavoro, tema su cui l'Italia si è impegnata in sede dell'ultimo G20, non potrà terminare nel 2014, ma va concepita in un'ottica pluriennale.

"Non è pensabile - ha sottolineato l'ex presidente dell'Istat - di fare tutto nel 2014 con le risorse che abbiamo".

Giovannini ha ribadito che l'Italia possa prevedibilmente entrare in un percorso di ripresa nel terzo e nel quarto trimestre, che però "va irrobustito", evitando possa essere messo a rischio da una nuova fase d'instabilità politica.

"L'instabilità è una minaccia alla ripresa", ha affermato. "E' importante avere un governo stabile e un parlamento stabile che legiferi. Le decisioni prese nella legge di stabilità devono essere attuate nei mesi successivi .

(Elvira Pollina)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia