Debiti Pa, Tesoro pensa a banche per nuovi rimborsi, Regioni ferme- fonte

venerdì 5 luglio 2013 12:21
 

* Tesoro punta sulle cessioni pro solvendo alle banche per altri pagamenti

* Primi problemi, Regioni in ritardo su piano rimborsi

* Entro oggi l'elenco dei debiti delle amministrazioni sul web

di Giuseppe Fonte

ROMA, 5 luglio (Reuters) - Cedere "pro solvendo" alle banche le fatture pendenti per liquidare alle imprese fornitrici della pubblica amministrazione più dei 20 miliardi finora promessi nel 2013.

Secondo una fonte politica è questa la strada che il ministero dell'Economia è orientato a battere in autunno, mentre sembra accumulare già i primi ritardi il processo amministrativo che da questo mese dovrebbe assicurare i primi rimborsi alle imprese.

"Il Tesoro si riserva la facoltà di apporre la garanzia sui crediti ceduti 'pro solvendo' alle banche. Questo eviterà di incidere sui saldi di bilancio", spiega la fonte.

La cessione pro solvendo prevede che l'impresa venda il credito alla banca a un valore scontato, rispondendo però dell'eventuale inadempienza da parte del debitore pubblico. La formula pro soluto mantiene l'onere solo in capo al debitore.

Il sistema pro solvendo ha però il vantaggio di mantenere la natura commerciale del credito che, in base al regime contabile europeo, non va ad incidere sul bilancio.   Continua...