Ue, Moavero: margine per investimenti Italia fino a 15 mld

giovedì 4 luglio 2013 09:40
 

ROMA, 4 luglio (Reuters) - Grazie alla maggiore flessibilità sui saldi concessa ieri dall'Europa dopo la fine della procedura per deficit eccessivo, l'Italia potrà liberare investimenti fino a 15 miliardi, finanziati fifty-fifty con Bruxelles.

La cifra, esplicitata stamani dal ministro per gli Affari europei, Enzo Moavero, è frutto di un calcolo aritmetico.

"Se ci basiamo sulle previsioni di un rapporto deficit/Pil per il 2014 pari al 2,3-2,4%, rispetto al tetto del 3%, potremo contare su un margine per investimenti dello 0,5-0,6%. Si tratta di una spesa aggiuntiva di 7-8 miliardi", ha spiegato Moavero in una intervista la Messaggero, ricordando quanto affermato molte volte dal ministro.

"Trattandosi di spesa in cofinanziamento con l'Europa, a questi 7-8 miliardi ne vanno aggiunti grosso modo altrettanti a valere sul bilancio Ue. Alla fine l'Italia potrà quindi contare su investimenti aggiuntivi per circa 15 miliardi", ha precisato Moavero.

Ogni finanziamento europeo per realizzare investimenti produttivi deve essere cofinanziato da una cifra equivalente da parte del Paese che ne usufruisce.

Moavero ha spiegato che la maggiore flessibilità sul deficit sarà concessa per realizzare interventi strutturali "permanenti e rilevanti per lo sviluppo delle regioni, nonché le grandi reti transeuropee strategiche per l'Europa che attraversano l'Italia. Si pensi alla Torino-Lione o al tunnel del Brennero... Naturalmente devono essere investimenti produttivi, suscettibili di assicurare ritorni economici".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia