Debiti Pa, Saccomanni apre su aumento plafond 20 mld in 2013

mercoledì 3 luglio 2013 15:35
 

ROMA, 3 luglio (Reuters) - Il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, si mostra disponibile a valutare soluzioni tecniche per liquidare, alle imprese fornitrici della pubbliche amministrazioni, più dei 20 miliardi finora promessi per il 2013.

"Un'accelerazione ulteriore", dice l'ex direttore generale della Banca d'Italia, "è certamente auspicabile" e "avrebbe un effetto accrescitivo sul gettito dell'Iva".

Il decreto 35, varato dal precedente governo di Mario Monti lo scorso aprile, ha definito i termini per liquidare alle imprese quasi 40 miliardi in 12 mesi: ai 20 del secondo semestre di quest'anno se ne sommeranno altrettanti nella prima metà del 2014.

Il Pdl chiede di liquidare tutti i 40 miliardi quest'anno.

Nel dare una parziale apertura al partito di Silvio Berlusconi, Saccomanni dice che "le modalità dell'operazione andranno attentamente valutate nelle prossime settimane".

Tre i fattori da verificare: il processo di attuazione del decreto 35; i margini per il collocamento dei titoli di Stato; la disponibilità delle banche a comprare dalle imprese fornitrici le fatture pendenti.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia