PUNTO 1-Grecia verso accordo, mancherà target settore pubblico

mercoledì 3 luglio 2013 11:58
 

(Aggiunge funzionario zona euro su rinvio aiuti)

ATENE, 3 luglio (Reuters) - La Grecia si aspetta di raggiungere un accordo con i creditori internazionali entro lunedì Prossimo, quando si terrà il meeting dell'Eurogruppo, su tutte le condizioni poste nell'ambito del piano di salvataggio, tranne che per la riforma del settore pubblico.

Lo ha detto un funzionario delle ministero delle Finanze greco, precisando che, nello scenario peggiore di un ritardo dei versamenti degli aiuti, potrebbe ricorrere all'emissione di nuovi titoli a brevissimo.

"Non sarebbe la fine del mondo", ha detto il funzionario, che ha chiesto di rimanere anonimo. "Nello scenario peggiore, dovremo aumentare l'emissione dei titoli a brevissimo...", ha aggiunto.

Atene non è riuscita a rispettare la scadenza di giugno, entro la quale avrebbe dovuto mettere 12.500 lavoratori del settore pubblico nel cosiddetto "schema di mobilità", che prevede il trasferimento ad altro incarico o il licenziamento entro un anno.

Un alto funzionario del ministero delle Finanze greco ha riconosciuto che la Grecia al momento non è in grado di venire incontro alle richieste dei creditori su tale punto.

Secondo quanto ha precisato un alto funzionario della zona euro, i finanziatori internazionali potrebbero congelare per tre mesi l'aiuto di emergenza destinato alla Grecia se Atene dovesse convincerli che il paese è sulla strada giusta per centrare gli obiettivi di riforma.

"Fino a che non concluderemo questa analisi, non vedo alcuna forma di versamento alla Grecia nell'arco dei prossimi tre mesi", ha spiegato il funzionario, facendo riferimento al controllo sullo stato di salute del paese che stanno facendo Fmi, Commissione Ue e Bce.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia