Usa, Pil trim1 rivisto al ribasso a +1,8%

mercoledì 26 giugno 2013 14:54
 

WASHINGTON, 26 giugno (Reuters) - La crescita economica statunitense nel primo trimestre si è rivelata meno robusta del previsto, frenata da un ritmo moderato nella spesa per i consumi, da deboli investimenti delle imprese e da un calo nelle esportazioni.

Il Pil è cresciuto a un tasso annuale dell'1,8%, secondo i dati finali diffusi oggi dal dipartimento del Commercio. La prima lettura parlava di una crescita a un ritmo del 2,4%.

Gli economisti interpellati da Reuters si aspettavano che la crescita del Pil nei primi tre mesi dell'anno sarebbe rimasta invariata a 2,4%.

I dettagli del dato, che mostrano revisioni al ribasso per pressoché tutte le categorie di crescita, potrebbero gettare ombre sulla valutazione più ottimista dello stato di salute dell'economia fatta la scorsa settimana della Federal Reserve.

La lettura finale del Pil giunge mentre le condizioni dei mercati finanziari appaiono più difficili dopo che il presidente della Fed, Ben Bernanke, la scorsa settimana ha detto che la banca centrale Usa inizierà probabilmente a rallentare il ritmo del suo programma di acquisto di bond a fine anno e lo interromperà nel 2014.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia