Zona euro, serve ancora Bce accomodante, Omt cruciale ora - Draghi

martedì 25 giugno 2013 14:39
 

BERLINO, 25 giugno (Reuters) - Per la Banca centrale europea è ancora necessario un orientamento di politica monetaria "accomodante", all'interno del quale il piano di acquisto bond 'Omt' è essenziale, visto che i cambi di rotta che si stanno verificando altrove hanno effetti nel resto del mondo.

Lo ha affermato il presidente della Bce Mario Draghi in un intervento a Berlino.

Il numero uno di Francoforte ha nuovamente difeso il piano di acquisto bond 'Outright Monetary Transactions', da lui messo a punto lo scorso anno per scongiurare i rischi di un'implosione della zona euro, sottolineando come abbia prodotto una stabilizzazione del blocco della valuta unica.

"Certamente, direi che l'Omt è ancora più essenziale ora che vediamo potenziali cambiamenti nell'orientamento di politica monetaria, con l'incertezza che ne consegue, in altre giurisidzioni di un'economia globale integrata", ha affermato Draghi, in quello che appare un riferimento velato ai piani della Federal Reserve di accantonare gradualmente le misure ultra-espansive.

Una possibilità che sta innervosendo i mercati finanziari, spingendo al nuovamente al rialzo i rendimenti dei bond dei Paesi periferici.

Draghi ha sottolineato come l'attivazione del piano di acquisto bond, finora non utilizzato, sia legato all'impegno dei governi a un percorso di riforme e ha aggiunto che i Paesi 'core' della zona euro ne hanno beneficiato perchè ha ridotto i rischi di un break up dell'euro e i costi ad esso associati.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia