Bce, uscita da orientamento espansivo ancora lontana - Draghi

martedì 25 giugno 2013 14:52
 

FRANCOFORTE, 25 giugno (Reuters) - L'abbandono da parte della Banca centrale europea dell'attuale orientamento di politica monetaria accomodante è ancora lontano, perché l'inflazione resta bassa mentre la disoccupazione è elevata.

Lo ha detto il presidente della Banca centrale europea Mario Draghi, nel corso di un intervento a Berlino.

"In termini di politica monetaria, la stabilità dei prezzi è garantita, e le prospettive generali per l'economia legittimano ancora un orientamento accomodante, il cui abbandono, comunque, è molto distante, dal momento che l'inflazione è bassa e la disoccupazione elevata", ha affermato il numero uno di Francoforte.

I commenti di Draghi segnalano come la Banca centrale europea non sia ancora pronta a seguire l'esempio della Federal Reserve, primo dei principali istituti centrali a prefigurare un programma di uscita dalle misure ultra-espansive.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia