Crisi, stabilità mercati non arriverà molto presto - Cannata

lunedì 24 giugno 2013 12:48
 

ROMA, 24 giugno (Reuters) - La stabilità sui mercati "non arriverà molto presto", secondo il direttore generale del Tesoro per la gestione del debito pubblico Maria Cannata.

"La stabilità sui mercati non è che arriverà molto presto, perché è l'intera economia dell'Eurozona ad essere in sofferenza. Gli analisti di mercato individuano molto più nell'economia reale che in altri fattori la possibilità di superamento dei problemi sistemici", ha detto la Cannata partecipando questa mattina a un convegno della Luiss.

Al di là di quelle che sono le prospettive di medio termine, la responsabile del debito ha attribuito agli annunci della Federal Reserve, che ha ventilato una riduzione del programma di acquisto di attivi sul mercato nei prossimi mesi, la battuta d'arresto nel processo di discesa dei tassi di interesse sui titoli di Stato italiani.

"C'è stata un'iper-reazione dei mercati alle dichiarazioni" della Fed. "Si è dato per scontato l'innalzamento dei tassi prima del 2014. La Fed ha specificato che non sarà così ma la reazione c'è stata ed è stata più marcata di quello che analizzando oggettivamente le dichiarazioni ci si poteva attendere", ha detto Maria Cannata.

Questa mattina sul mercato secondario i Btp sono ancora sotto pressione e proseguono il trend inziato la scorsa settimana. Sulla piattaforma Tradeweb il rendimento del decennale italiano è salito ai nuovi massimi da inizio aprile, attestandosi al 4,72% dal 4,60% della chiusura di venerdì. In allargamento più contenuto lo spread: il differenziale di rendimento con il Bund decennale si è portato in apertura a 294 punti base dai 287 della chiusura di venerdì per poi ripiegare a quota 290 punti.

Altre due dinamiche incidono sul rialzo dei rendimenti. Il direttore del Tesoro parla dell'attesa per le elezioni politiche tedesche di settembre e della chiusura del trimestre, quando "il mercato diventa sottile e nervoso".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia