Btp sottili in lieve recupero dopo realizzi, pesano ancora parole Fed

venerdì 21 giugno 2013 12:37
 

MILANO, 21 giugno (Reuters) - Secondario dei Btp in leggera
risalita dopo le vendite aggressive di ieri seguite ai commenti
Fed, che i fatto confermano la prospettiva di un graduale
rientro delle misure più espansive mirate a rilanciare la prima
economia mondiale.
    "Un parziale recupero dalla pioggia di realizzi
post-Bernanke... il rendimento del dieci anni rimane comunque a
4,50% e si potrebbe considerare passata anche la fase dei tassi
tedeschi vicini allo zero", commenta un addetto ai lavori.
    Il decennale maggio 2023 è partito stamane in
area 4,60%, per poi sgonfiarsi in qualche ora nuovamente intorno
a 4,50%, comunque una ventina di centesimi oltre i livelli
pre-Fed.
    Prefigurando uno scenario di riduzione degli stimoli
monetari già entro fine anno, le parole del banchiere centrale
Usa hanno fatto lievitare il rendimento del Treasury a dieci
anni al record da due anni, affondando euro e listini di borsa -
Piazza Affari tra le peggiori in caduta di oltre 3%.
    "E' naturale che al movimento tanto violento di ieri segua
un mini-rimbalzo... per il mercato europeo la fase resta
comunque molto incerta: al di là della sicura risalita dei tassi
Usa restano aperti i discorsi Grecia, Esm e soprattutto unione
bancaria. Questo mentre si va verso l'estate, momento in cui gli
scambi tendono ad assottigliarsi e di conseguenza la volatilità
può facilmente aumentare", aggiunge l'operatore.
    In linea alle attese, l'Eurogruppo di ieri a Lussemburgo ha
intanto stabilito che il meccanismo di stabilità europeo potrà
ricapitalizzare direttamente le banche in difficoltà con un
patrimonio di 60 miliardi.
    Gli analisti cominciano nel frattempo a dividersi sullo
scenario per i tassi tedeschi - tornati a muoversi nella stessa
direzione di quelli italiani - rispetto a quello per i
rendimenti Usa.
    Se per qualcuno la spinta rialzista avrà sicuramente un
effetto contagio, altri economisti restano del parere che le
difficoltà congiunturali della zona euro me limiteranno
fortemente l'effetto.
    Appare comunque probabile a soffrire in modo particolare
saranno i mercati più illiquidi come Grecia e Portogallo, mentre
lo 'spessore' dei Btp potrebbe in qualche modo fare da scudo
alla carta italiana.
                
=========================== 12,30 ===========================   
FUTURES BUND SETTEMBRE      141,94   (-0,19)          
FUTURES BTP SETTEMBRE       109,98   (+0,46)           
BTP 2 ANNI (GIU 15)     101,757  (+0,135) 2,097%   
BTP 10 ANNI (MAG 23)   100,334  (+0,500) 4,505%
BTP 30 ANNI (SET 40)    99,976  (+0,289) 5,063% 
========================= SPREAD (PB)=========================  
                                             ULTIMA CHIUSURA    
TREASURY/BUND 10 ANNI   73            73 
BTP/BUND 2 ANNI          187           193        
BTP/BUND 10 ANNI       282           288  
livelli minimo/massimo              280,7-292,5  271,5-291,7   
BTP/BUND 30 ANNI       259           260        
 
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   240,8         238,5   
SPREAD BTP 30/10 ANNI                  55,8           51,5      
============================================================== 
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia