PUNTO 2-Lavoro, Letta ottimista su golden rule, ma non a giugno

martedì 18 giugno 2013 18:59
 

* In bozza conclusioni vertice di fine giugno impegni generici

* Verso slittamento Consiglio ministri su lavoro a lunedì - fonte

* Taglio cuneo non prima di fine anno, ora solo credito imposta (cambia titolo e lead, accorpa pezzi)

di Francesca Piscioneri

ROMA, 18 giugno (Reuters) - Roma supererà lo scetticismo tedesco e riuscirà a strappare all'Europa la golden rule, liberando dai vincoli di bilancio le spese produttive, comprese quelle per risollevare l'asfittico mercato del lavoro italiano.

La ventata di ottimismo arriva dal presidente del Consiglio Enrico Letta, reduce dal suo primo G8, che però avverte: il via libera alla regola aurea non arriverà al summit Ue di giugno, ma solo successivamente.

Per questo, al Consiglio dei ministri che varerà il pacchetto lavoro - e che dovrebbe slittare a lunedì prossimo - sul piatto ci saranno misure a costo zero e il credito d'imposta per le imprese che assumono giovani, mentre per il taglio del cuneo fiscale bisognerà aspettare che Bruxelles allenti i cordoni della borsa.

Secondo il ministro del Welfare, Enrico Giovannini, di taglio delle tasse sul lavoro non si parlerà prima della legge di stabilità di fine anno.

"Non abbiamo parlato di questi temi e non è tema per il prossimo Consiglio Ue, ma sono convinto che ci saranno soluzioni positive [in Europa] sia tecnicamente che politicamente", ha risposto Letta nella conferenza stampa conclusiva del G8 in Irlanda del Nord a chi chiedeva cosa succederà se la golden rule fosse respinta.   Continua...