Decreto fare è buon inizio ma scossa è taglio cuneo - Confindustria

lunedì 17 giugno 2013 17:56
 

ROMA, 17 giugno (Reuters) - Confindustria accoglie il 'decreto fare' varato sabato dal governo come un buon inizio per le imprese ma sollecita un rapido taglio del cuneo fiscale per dare una scossa all'economia.

In una nota, Confindustria mostra apprezzamento per i provvedimenti che intervengono sull'emergenza credito, sugli investimenti, sugli oneri burocratici e sulla giustizia.

Chiede però di rafforzare alcuni interventi come quelli sulle semplificazioni fiscali: "In particolare la responsabilità solidale fiscale, una norma inefficace ai fini antievasione e dannosa per le imprese, deve essere esclusa per tutte le imposte".

"Per dare un'effettiva scossa al Paese, Confindustria ritiene fondamentale che il governo promuova adesso l'immediata riduzione del cuneo fiscale per aumentare l'occupazione e riallineare rapidamente la competitività. Per questo Viale dell'Astronomia attende con molto interesse il provvedimento sul pacchetto lavoro previsto nei prossimi giorni", si legge nella nota.

Un intervento sul cuneo fiscale, che richiede stanziamenti cospicui per i quali il governo cerca ancora le coperture, non dovrebbe tuttavia arrivare al Consiglio dei ministri di venerdì nel quale si vareranno probabilmente norme per dare maggiore flessibilità ai contratti a termine, una rimodulazione dell'apprendistato e qualche forma di decontribuzione, a termine, per i nuovi assunti giovani con contratti stabili.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia