Iva, tra ipotesi anche rinvio aumento di tre mesi - Saccomanni

giovedì 13 giugno 2013 16:44
 

ROMA, 13 giugno (Reuters) - Il governo potrebbe limitarsi a rinviare l'aumento dell'Iva previsto per luglio di tre o più mesi in attesa di verificare le risorse a disposizione in bilancio e l'evoluzione della congiuntura economica.

Lo ha detto il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, rispondendo a un'interrogazione a risposta immediata in Senato.

"Stiamo studiando tutte le possibilità, a cominciare dall'eliminazione dell'aumento di un punto", ha detto Saccomanni.

Ma, ha proseguito il ministro, "all'esame c'è anche la possibilità di ridurla di tre mesi o di rinviarla per un certo tempo che consenta di guardare con più chiarezza all'evoluzione della situazione economica", ha detto Saccomanni.

Da luglio l'aliquota ordinaria del 21% salirà al 22%. Saccomanni ha ricordato che sterilizzare definitivamente l'imposizione sui consumi richiede 2 miliardi nel 2013 e 4 miliardi l'anno dal 2014.

Saccomanni si è mostrato cauto alla luce di un andamento dell'economia che sembra mostrare segnali meno positivi rispetto a qualche settimana fa: "La situazione in cui ci troviamo a gestire la politica economica e fisale mostra segni che non sono incoraggianti, mostra un quadro peggiore. Questo significa una decrescita seria ma comporta anche dati negativi per quanto riguarda il gettito delle imposte e dell'Iva", ha detto.

(Giuseppe Fonte e Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia