Comunali, per Grillo esito voto drammatico, italiani perdono speranza

martedì 11 giugno 2013 16:17
 

ROMA, 11 giugno (Reuters) - A ventiquattro ore dal deludente esito del voto alle comunali per il M5s, il leader Beppe Grillo, in un post titolato 'Vittorie di Pirro', sminuisce il successo altrui e parla di esito elettorale triste, sintomo di una sempre maggiore perdita di fiducia degli italiani nella politica.

"L'esito delle elezioni è drammatico per l'Italia. Gli italiani, la maggioranza degli italiani, cominciano a perdere la speranza. E questo è molto triste", dice Grillo concludendo il messaggio sul suo blog dopo che il Movimento 5 stelle ha conquistato il sindaco in due piccoli comuni, perdendo consensi ovunque rispetto all'exploit del voto politico di febbraio dove i grillini si erano imposti con il 25%. Negativo anche il risultato siciliano dopo che a febbraio il M5s aveva anche registrato punto oltre il 40% e ora va al ballottaggio solo a Ragusa con meno del 16% dei consensi ed altrove ha percentuali inferiori al 5%.

Il comico descrive l'Italia come un Paese in "elezione permanente" dove chiunque vinca non cambia mai nulla mentre l'astensionismo cresce. "Lo spettacolo in sé osceno e inquietante attrae sempre meno spettatori, la gggente non ha più voglia di pagare il biglietto, di votare. Questo o quello pari sono", dice Grillo che se la prende con il governo del "Nipote Letta" che ha fatto "solo annunci, il più ridicolo è il taglio dei rimborsi elettorali, mai avvenuto".

Poi difende il movimento dalle critiche che attribuiscono il calo dei consensi alla scarsità di iniziative rispetto alle promesse fatte in campagna elettorale: "Si chiede al M5s cosa ha fatto in questi mesi, ha presentato proposte di legge per le Pmi, per l'abolizione dei contributi pubblici ai giornali e ai partiti, ha spinto l'iniziativa di cancellazione del Porcellum, unica voce nel Parlamento, insieme a molte altre iniziative, come il ritiro delle nostre truppe dall'Afghanistan, legate al suo programma. E ha rinunciato ai rimborsi elettorali per 42 milioni di euro, si è dimezzata lo stipendio parlamentare pari circa a 350.000 euro al mese".

"Le proposte di legge del M5s sono ignorate, respinte. Il M5s è legalitario, pacifico, ghandiano. Cosa ci si aspettava? Che dessimo fuoco al Parlamento?", scrive Grillo.

Quello del comico genovese è l'unico commento al voto. I parlamentari a 5 stelle, che stamani hanno votato per il nuovo capogruppo in Senato al posto di Vito Crimi - il calabrese Nicola Morro -, non hanno fatto cenno al deludente risultato elettorale.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia