SINTESI-Bce ferma su tassi, Draghi non prelude a prospettive stimolo

giovedì 6 giugno 2013 17:18
 

* Tassi fermi in linea attese, decisione consiglio a maggioranza

* Dibattito approfondito su dati e misure ma Bce non ritiene necessario intervento

* Consiglio ha valutato interventi su Abs e Ltro ma in ottica medio-lungo

* Situazione mercati non sufficientemente mutata da richiedere provvedimenti

* Proiezioni trimestrali staff limano al ribasso Pil 2013

MILANO, 6 giugno (Reuters) - Nulla di nuovo come previsto sul fronte tassi, ma nemmeno alcun indizio su quali saranno le prossime mosse Bce a fronte di una diagnosi macro per la zona euro da tempo ormai inalterata: rischi al ribasso per la crescita e bilanciati sui prezzi.

Chiusosi con una conferma dello status quo per il costo del denaro - 0,5% sul rifinanziamanto principale, depositi marginali a zero - il consiglio mensile dell'Eurotower ha adottato il verdetto a maggioranza e discusso "approfonditamente" di diverse misure, salvo poi giudicare che l'attuale situazione dei mercati non necessita un intervento.

Mario Draghi ripete alla stampa che la Bce è pronta a intervenire, ha i mezzi per farlo e resta tecnicamente pronta a portare i depositi in negativo. Francoforte sta inoltre prendendo in esame - ma al momento soltanto in un'ottica di medio e lungo termine - provvedimenti su strumenti come i titoli 'Abs' o i finanziamenti extra-lunghi (Ltro).

Niente di concreto sembra però prospettarsi per un orizzonte di breve, a dispetto della nuova - anche in questo caso prevista - limatura al ribasso delle proiezioni trimestrali dello staff su Pil di quest'anno.   Continua...