PUNTO 1-Governo vuole bloccare Iva, Imu prima casa in intero 2013 - fonte

mercoledì 5 giugno 2013 19:20
 

(Aggiunge contesto a paragrafi 6 e 7)

ROMA, 5 giugno (Reuters) - Il governo è alla ricerca di 6 miliardi per bloccare nell'intero 2013 sia l'aumento dell'Iva sia il pagamento dell'Imu sulla prima casa.

Lo riferisce una fonte governativa spiegando che l'obiettivo è intervenire entro giugno.

"Per l'Iva si rimanda tutto al 2014, poi si vedrà", spiega la fonte.

Dal primo luglio l'aliquota ordinaria oggi pari al 21% salirà di un punto percentuale. Sterilizzare l'Iva definitivamente richiede 2 miliardi nel 2013 e 4 miliardi l'anno a partire dal 2014.

Quanto all'Imu, la fonte spiega che il governo vuole esentare i contribuenti dal versamento dell'imposta sulla prima casa per tutto il 2013 (il costo è di circa 4 miliardi), in attesa della riforma sull'intera imposizione immobiliare.

Non è chiaro in che misura il blocco dell'Imu preluda a tempi più lunghi per il varo della riforma, che il governo si è impegnato a rendere legge entro il 31 agosto.

L'Imu continua a dividere la maggioranza: il Pdl chiede di rendere esente la prima casa, Pd e Scelta civica vorrebbero cambiare la struttura dell'imposta per renderla più progressiva.

Il 17 maggio il Consiglio dei ministri ha varato un decreto legge che sospende l'Imu sulla prima casa dal 17 giugno fino al 16 settembre. Il mancato versamento riguarda anche l'imposta su immobili appartenenti a cooperative edilizie, alloggi assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (Iacp) o da enti di edilizia residenziale pubblica, terreni agricoli e fabbricati rurali.   Continua...