RPT-Ue, Merkel chiede più coordinamento, no a crescita salari tedeschi

giovedì 30 maggio 2013 19:21
 

(Corregge refuso nel lead)

PARIGI, 30 maggio (Reuters) - Nel sollecitare un maggiore coordinamento a livello di politiche europee, Angela Merkel respinge gli appelli affinché la Germania faccia crescere i salari per ridurre il suo avanzo commerciale e sostenere la ripresa dei Paesi impegnati nel consolidamento fiscale.

Parlando nel corso della conferenza stampa congiunta con il presidente francese François Hollande, la cancelliera tedesca dice che un aumento delle retribuzioni in Germania non sarebbe necessariamente di aiuto all'Europa.

Angela Merkel riconosce gli sforzi fatti da Italia, Grecia, Portogallo e Irlanda e sollecita la Francia ad andare avanti con le riforme dopo aver ottenuto dalla Commissione europea due anni di tempo in più per raggiungere gli obiettivi di deficit concordati.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia