Ue per chiusura procedura deficit Italia e altri 4 paesi

mercoledì 29 maggio 2013 14:30
 

BRUXELLES, 29 maggio (Reuters) - Archiviare la procedura per deficit eccessivo avviata nei confronti di Italia, Ungheria, Lettonia, Lituania e Romania; deroghe temporali per il rientro del disavanzo nel caso di Francia, Spagna, Olanda, Polonia, Portogalle e Slovenia e un richiamo ufficiale al Belgio perché raddrizzi la barra dei conti pubblici.

Questa nero su bianco, in perfetta sintonia con le attese, la proposta ufficiale della Commissione europea che si legge nel comunicato del Consiglio.

"A norma dell'articolo 126, paragrafo 12, del trattato, il Consiglio abroga la propria decisione sull'esistenza di un disavanzo eccessivo nella misura in cui ritiene che il disavanzo eccessivo dello Stato membro in questione sia stato corretto" scrive l'esecutivo in merito all'Italia.

"A giudizio del Consiglio il disavanzo eccessivo in Italia è stato corretto e la decisione 2010/286/UE deve pertanto essere abrogata".

"Il Consiglio rammenta che, a partire dal 2013, anno successivo alla correzione del disavanzo eccessivo, l'Italia dovrà realizzare progressi ad un ritmo adeguato verso il proprio obiettivo a medio termine, compreso il rispetto del parametro di riferimento per la spesa, e compiere sufficienti progressi verso il rispetto del parametro di riferimento del debito per l'accelerazione e il chiarimento delle modalità di attuazione della procedura per i disavanzi eccessivi".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia