PUNTO 1 - Privilegiare investimenti più che stop Iva -Saccomanni

martedì 28 maggio 2013 18:24
 

(Aggiunge dichiarazioni Moavero e contesto)

ROMA, 28 maggio (Reuters) - Il governo deve utilizzare le risorse disponibili a bilancio per finanziare investimenti produttivi più che per congelare l'aumento dell'Iva previsto dal prossimo luglio.

Lo ha detto il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, parlando con i cronisti a margine di una conferenza della Corte dei conti.

"Dobbiamo concentrarci sugli investimenti", risponde Saccomanni alla domanda se ci siano i soldi per evitare l'aumento dell'imposizione sui consumi.

Da luglio l'aliquota Iva oggi pari al 21% salirà di un punto percentuale. Per sterilizzare l'incremento il governo dovrebbe trovare 2 miliardi nel 2013 e 4 miliardi a regime dal 2014.

L'Iva è un'imposta regressiva che incide di più su chi ha un minor reddito disponibile. Ma Saccomanni lascia intendere che le priorità del governo potrebbero essere altre, come la possibilità di evitare l'aumento dei ticket sanitari previsto nel 2014 per ulteriori 2 miliardi.

"Abbiamo parlato [con il ministro della Sanità Beatrice] Lorenzin, stiamo lavorando", dice il ministro.

Domani la Commissione europea deciderà se proporre all'Ecofin di chiudere la procedura per deficit eccessivo avviata a fine 2009 contro l'Italia.

L'ex direttore generale della Bankitalia si mostra ottimista e ribadisce che l'ingresso dell'Italia nel braccio preventivo del Patto di stabilità europeo apre spazi sul bilancio pubblico "soprattutto con riferimento al 2014".   Continua...