Lavoro, da Ue 400-600 mln per lavoro giovani da 2014-Giovannini

lunedì 27 maggio 2013 18:01
 

BRUXELLES, 27 maggio (Reuters) - Il ministro del Welfare, Enrico Giovannini, ha confermato che l'Italia potrà disporre di una cifra "nell'ordine di 400-600 milioni di euro" dallo youth guarantee nell'arco del 2014-2020, su un totale di 6 miliardi.

Parlando a Bruxelles al termine di un incontro con il commissario Ue al lavoro Lazslo Andor, Giovannini ha detto che la cifra definitiva "è ancora da definire" ma "se pensiamo che questa cifra aiuti a risolvere il problema saremmo degli illusi".

L'Italia punta a concentrare il più possibile i fondi a sua disposizione nei primi anni del bilancio multi annuale Ue, per esempio tra il 2014 e il 2015, secondo il ministro che ha auspicato un intervento della Banca europea per gli investimenti (Bei) i cui finanziamenti potrebbero avere un effetto leva.

"I servizi all'impiego non sono ad un livello adeguato per gestire una grande massa di fondi", ha lamentato Giovannini dicendo che bisogna migliorarne la capacità di assorbimento.

I fondi aggiuntivi potrebbero essere indirizzati non necessariamente allo youth guarantee (cioè al lavoro dipendente), ma per incentivare l'imprenditoria giovanile, con finanziamenti "magari legati all'Expo 2015".

Giovannini ha ribadito che le regole del mercato del lavoro fissate dalla riforma Fornero saranno aggiornate entro l'estate.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia