RPT-Italia, risparmio ai minimi ma risale interesse per gestito-studio

giovedì 18 aprile 2013 16:32
 

(nuovo invio pezzo 17 aprile)

MILANO, 17 aprile (Reuters) - Nonostante una generazione di risparmio ridotta ai minimi storici, le famiglie italiane tornano a considerare il risparmio gestito a inizio 2013 nel quadro di un ritorno di interesse per i temi della finanza "principalmente nelle forme della protezione del denaro".

E' quanto emerge dalla diciassettesima edizione del tradizionale report di Gfk-Prometeia sul risparmio delle famiglie.

Secondo lo studio, il risparmio gestito risale di un punto in termini di quota dei suoi possessori dopo il minimo dell'8%toccato a giugno 2012.

Più in generale, per quanto riguarda l'atteggiamento verso gli investimenti, "il segnale nuovo è un maggiore interesse per tutto ciò che appare immediatamente comprensibile, prossimo...o già conosciuto", si legge in una sintesi della ricerca.

"Il successo recente del Btp Italia era facilmente prevedibile alla luce di questo quadro rilevato a gennaio".

Dopo l'inversione di tendenza nella raccolta netta dei fondi comuni da metà dell'anno scorso le prospettive, secondo l'indagine, rimangono positive nei prossimi anni per i prodotti non monetari.

"L'uscita dell'Italia dalla fase recessiva potrebbe accompagnarsi ad una domanda ancora positiva e in crescita delle componenti a medio-lungo termine del mercato del risparmio gestito", afferma lo studio.

Qualche segnale di ripresa, emerge infine dalla ricerca, anche nella considerazione che gli italiani hanno di banche e assicurazioni, entrambe in leggera risalita all'inizio di quest'anno.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia