Pa, sindacati chiedono proroga contratti precari in scadenza

mercoledì 17 aprile 2013 17:26
 

ROMA, 17 aprile (Reuters) - I sindacati chiedono al Parlamento un intervento a breve affinché vengano prorogati i contratti in scadenza dei lavoratori precari della pubblica amministrazione che rischiano da fine luglio di rimanere senza lavoro.

Si tratta, secondo la Cgil, di 280.000 persone, esclusi i dipendenti della scuola, ma compresi i consulenti.

Il segretario confederale della Cgil, Nicola Nicolosi, ricorda la lettera inviata oggi unitariamente dai sindacati di settore ai presidenti di Camera e Senato e ai capigruppo dei partiti perché "si tenga al più presto un incontro per trovare una soluzione legislativa per il personale precario in scadenza al 31 luglio nelle pubbliche amministrazioni".

Per Nicolosi serve "una normativa specifica per prorogare i contratti in scadenza e che individui le risorse necessarie per superare il blocco della spesa sul precariato imposto dall'allora ministro Tremonti".

La finanziaria 2010 di Giulio Tremonti prevedeva un taglio del 50% della spesa del personale precario della pubblica amministrazione.

I contratti in scadenza a fine 2012 sono stati prorogati con la legge di stabilità ma solo per i contratti a tempo determinato con almeno tre anni di anzianità.

Secondo il sindacalista si tratta "di non meno di 80 mila tempi determinati e di altri 200 mila contratti precari in scadenza, esclusa la scuola, a cui va assicurata assolutamente una soluzione".

"Se non si trova una soluzione legislativa che preveda nuove proroghe, infatti, si rischia di avere altre migliaia di disoccupati per la mancata prosecuzione dei contratti in essere dopo la scadenza prevista dalla legge", ha aggiunto Antonio Foccillo, segretario confederale Uil.

(Francesca Piscioneri)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia