Cassa in deroga, si cercano fondi. Napolitano riceve leader Cgil-Cisl-Uil

mercoledì 17 aprile 2013 13:45
 

* Tesoro boccia qualunque finanziamento a deficit

* Facilmente reperibili solo 150-200 mln

* Nuovo round incontri prossima settimana a Palazzo Chigi

ROMA, 17 aprile (Reuters) - Dopo il sit-in di ieri e la pressione sul governo affinché vengano reperite ulteriori risorse per finanziare la cassa integrazione in deroga nel 2013, stamani i sindacati arrivano al Colle, mentre è aperta la discussione sulle coperture.

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha ricevuto i segretari generali della Cgil, Susanna Camusso, della Cisl, Raffaele Bonanni, della Uil, Luigi Angeletti, che ieri hanno chiesto almeno 1,5 miliardi - oltre gli 1,7 stanziati nella Legge di stabilità - per far fronte all'emergenza della cig in deroga che rischia di lasciare senza reddito circa 700.000 lavoratori.

I calcoli elaborati dal coordinamento delle Regioni stimano per quest'anno un aumento prudenziale del 25% nel ricorso alla cassa in deroga. Altri 200 milioni servirebbero a titolo di fabbisogno residuo del 2012.

Due i problemi: lo strumento legislativo nel quale stanziare le risorse e, soprattutto, le coperture.

I sindacati hanno chiesto che i fondi siano previsti nel Documento di economia e finanza e concretamente stanziati.

Il ministro del Welfare Elsa Fornero, che pure ha ammesso un fabbisogno complessivo di almeno 2,3 miliardi per il 2013, ha chiuso la porta alla possibilità che l'esecutivo di Mario Monti, in uscita, possa varare un nuovo decreto.   Continua...