Dagong Europe, primi rating europei previsti per estate - Alfonso

mercoledì 17 aprile 2013 12:44
 

MILANO, 17 aprile (Reuters) - Dagong Europe emetterà i primi rating europei già quest'estate, una volta ricevuta l'autorizzazione ad operare dall'Esma, prevista per metà giugno.

A dirlo è Mauro Alfonso, general manager dell'agenzia di rating - joint venture tra la cinese Dagong Global e Mandarin Capital Partners - che ha stabilito la propria sede operativa europea a Milano.

"Aspettiamo l'autorizzazione dell'Esma, che dovrebbe arrivare a metà giugno e subito dopo ci metteremo al lavoro, prevediamo di uscire con i primi rating nell'estate" ha detto Alfonso, a margine di un incontro al Salone del risparmio 2013, specificando che Dagong Europe si occuperà di rating di banche e 'corporate', mentre l'attività sui rating sovrani rimarrà in capo a Dagong Global.

Come spiega il direttore generale l'obiettivo dell'agenzia è di aiutare gli operatori cinesi a valutare gli asset europei, in un momento in cui sta partendo il processo di diversificazione degli investimenti internazionali della Cina, finora indirizzati soprattutto al mondo dei titoli di Stato, in particolar modo quelli statunitensi.

"Per un investitore cinese avere un rating che proviene dal suo stesso mondo rappresenta qualcosa che lo rende più sicuro rispetto invece ai rating delle altre agenzie, tutte di fatto allineate al modello anglosassone" afferma Alfonso.

"Ci poniamo come alternativa più che in vera e propria concorrenza con le altre agenzie. Faremo i rating nel migliore dei modi ovviamente - cercando di dare un servizio anche all'investitore europeo - ma con un approccio metodologico cinese" aggiunge il general manager dell'agenzia.

Una volta ricevuto il via libera dall'Esma Dagong Europe renderà noti i propri criteri di valutazione per la definizione dei rating.

"Abbiamo ricevuto molte sollecitazione e contatti con numerose aziende e banche che potrebbero diventare nostri clienti, diciamo che stiamo suscitando interesse" conclude Alfonso, ex Fitch.

  Continua...