PUNTO 1 - Debiti Pa, Grilli boccia proposta Fassina su prestiti Cdp

martedì 16 aprile 2013 20:31
 

(Aggiunge contesto in coda)

ROMA, 16 aprile (Reuters) - Non è percorribile la proposta del Pd di affidare alla Cassa depositi e prestiti il compito di anticipare risorse agli enti locali per liquidare i debiti commerciali.

Lo dice il ministro dell'Economia, Vittorio Grilli, rispondendo a Stefano Fassina in commissione speciale alla Camera.

"Se gli enti locali ricevono anticipazioni dalla Cassa depositi e prestiti, che è fuori dalla pubblica amministrazione, questo è deficit e non debito pregresso", ha detto Grilli.

La proposta di Fassina punta a fare in modo che, per ragioni contabili, il rimborso dei debiti impatti sul deficit del 2013 in misura inferiore al mezzo punto di Pil indicato dal Tesoro.

Il margine in più in termini di indebitamento andrebbe a finanziare parte dei 7-8 miliardi necessari, secondo Fassina, per dare copertura alle spese indifferibili del 2013.

Per Grilli, "se questo 0,5% in più di indebitamento viene usato per qualcos'altro, per spesa corrente nuova, non è più considerato dall'Europa come una tantum che non devia dal pareggio strutturale di bilancio".

Il ministro ribadisce che i margini sul bilancio concessi dalla Commissione europea sono limitati all'emersione di spesa pregressa e torna a definire l'obiettivo di deficit al 2,9% del Pil "invalicabile".

Grilli ritiene più fattibile negoziare con Bruxelles per ottenere un nuovo aumento del deficit nel 2014, una volta censito il totale dei debiti commerciali accumulati dalla pubblica amministrazione e con l'obiettivo di liquidare ulteriori tranche di fatture pendenti.   Continua...