Italia, dopo aggiustamento fiscale spazi per crescita in 2014 - Fmi

martedì 16 aprile 2013 16:00
 

MILANO/WASHINGTON, 16 aprile (Reuters) - La debolezza della crescita italiana nel biennio 2012-2013 va messa in relazione all'ampia portata della correzione dei conti pubblici prevista nelle ultime manovre, ma alla fine di quest'anno il grosso del lavoro sarà condotto a termine ed emergeranno spazi per rilanciare il potenziale di crescita dal 2014.

Lo ha detto Jorg Decressin, vice direttore del dipartimento di ricerca del Fondo monetario internazionale, alla presentazione della nuova edizione del World Economic Outlook.

Per quest'anno il Fmi stima una flessione del Pil italiano pari a 1,5 punti percentuali, mentre per il 2014 è prevista una crescita di 0,5%.

"La crescita è stata debole perché gran parte dell'aggiustamento fiscale è stato fatto nel 2012 e nel 2013", ha affermato Decressin. "La buona notizia è che entro fine anno il grosso del lavoro sarà fatto, e in futuro si dovrà fare di meno".

L'Italia, ha aggiunto Decressin, ha compiuto progressi sul fronte delle riforme strutturali, ma può fare ancora molto per aumentare il potenziale di crescita.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia