16 aprile 2013 / 13:08 / 4 anni fa

Italia,Fmi vede Pil -1,5% in 2013,politica tra rischi globali a breve

di Elvira Pollina

MILANO, 16 aprile (Reuters) - Il Fondo monetario internazionale peggiora la previsione di caduta del Pil italiano per il 2013, portandola a -1,5% da -1% della stima fornita a gennaio, e inserisce l'incertezza derivante dalla situazione politica in cui versa Roma a oltre un mese e mezzo dalle elezioni tra i fattori di rischio a breve termine per la crescita globale.

E' quanto si legge nei primi due capitoli del World Economic Outlook del 2013, pubblicati oggi.

Le previsioni dell'organismo di Washington sono più pessimiste rispetto a quelle del governo, secondo cui il Pil si contrarrà quest'anno di 1,3 punti percentuali, dopo essersi contratto di 2,4% nel 2012, ma non tengono conto del potenziale impatto benefico che potrebbe derivare dal recente decreto sulla liquidazione dei debiti della Pubblica amministrazione verso le imprese.

Inferiori alla stime di Roma anche le previsioni di crescita per l'anno prossimo. Secondo il Fmi, nel 2014 l'economia italiana si espanderà di 0,5% (proiezione invariata rispetto a quella diffusa a gennaio), mentre il quadro macroeconomico approvato dall'esecutivo uscente di Mario Monti lo scorso 10 aprile prevede per l'anno prossimo una crescita di 1,3%.

La correzione del deficit a livello strutturale, secondo il il Fmi, sarà quest'anno pari a un punto di Pil, più che dimezzata rispetto al 2,25% dell'anno scorso.

Secondo il Documento di economia e finanza approvato dall'esecutivo, la manovra sul saldo strutturale al netto delle una tantum e del ciclo ammonta nel 2013 a 1,1 punti di Pil da 2,3 punti del 2012.

Tornando alle previsioni del Fondo, il tasso di disoccupazione si porterà al 12% dal 10,6% del 2012, peggiore rispetto all'ultima stima di 11,1% diffusa ad ottobre, e continuerà a salire nel 2014, quando nelle previsioni del Fondo, si attesterà al 12,4%.

Inoltre, il tasso di inflazione frenerà quest'anno al 2% dal 3,3% del 2012 (1,8% l'ultima stima di ottobre) e continuerà a rallentare l'anno prossimo, quando dovrebbe attestarsi a 1,4%.

SITUAZIONE FINANZIARIA MIGLIORATA, MA RESTA FRAGILITA'

Analizzando i costi di finanziamento dell'Italia e di altri Paesi periferici rispetto allo scenario tratteggiato nel World Economic Outlook di ottobre, il Fmi sottolinea il miglioramento della situazione, e cita il ritorno alle emissioni nel segmento medio-lungo dei titoli di Stato quale prova di una maggiore distensione.

"Ma questi miglioramenti - si legge nel rapporto - sono fragili, come suggerisce l'aumentata volatilità degli spread dei Paesi periferici in risposta all'incertezza politica in Italia e degli eventi ciprioti".

Proprio l'incertezza della situazione politica italiana costituisce, per l'organismo guidato da Christine Lagarde, uno dei fattori di rischio per la crescita globale.

"Nel breve termine, i rischi si riferiscono principalmente alle evoluzioni della situazione nell'area euro, compresa l'incertezza riguardo la ricaduta dei fatti di Cipro e della situazione politica in Italia, così come le fragilità della periferia".

Rispetto all'autunno scorso, riconosce il Fondo, l'Europa nel suo complesso ha ridotto i rischi di una crisi acuta, tramite una serie di misure, tra cui il nuovo piano di acquisto bond della Banca centrale europea e l'accordo sul meccanismo unico di supervisione bancaria, che hanno rafforzato la fiducia nella sopravvivenza dell'unione economica e monetaria.

Questo, insieme ai passi avanti compiuti dai governi, ha migliorato le condizioni di finanziamento per i Paesi e le banche.

Ma tali progressi "devono ancora tradursi in migliori condizioni di finanziamento per il settore privato e in una più marcata attività economica".

Raggiungere questi traguardi potrebbe rivelarsi ancora più difficile, avverte il Fondo, "visto che le condizioni finanziarie (dei Paesi e delle banche) restano altamente vulnerabili ai mutamenti del clima di mercato, come evidenziato dalla rinnovata volatilità emersa dopo l'esito inconcludente delle elezioni italiane e i recenti eventi a Cipro".

(ha collaborato Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below