PUNTO 2 - Cassa in deroga, Fornero domani vede parti sociali su risorse

lunedì 15 aprile 2013 15:07
 

* Un miliardo euro forse insufficiente, dice il ministro

* L'ipotesi dell'emendamento al decreto sui debiti Pa

* Fassina: Italia negozi con Ue nuovo aumento deficit (Aggiunge Fassina in coda)

ROMA, 15 aprile (Reuters) - Alla vigilia della manifestazione di Cgil, Cisl e Uil davanti al Parlamento per chiedere più fondi alla cassa integrazione in deroga nel 2013, il ministro del Lavoro Elsa Fornero si impegna a trovare un altro miliardo e convoca per domani sindacati e imprese.

"Se riuscissi a destinare al finanziamento della cassa integrazione un altro miliardo di euro potrei dirmi soddisfatta, anche se c'è il rischio che possa non essere ancora sufficiente", ha detto questa mattina al Gr1 la titolare del Welfare, che avrà domani pomeriggio un incontro tecnico con le associazioni datoriali e dei lavoratori.

I sindacati ritengono che gli 1,7 miliardi messi a bilancio dalla Legge di stabilità per il 2013 siano insufficienti. E anche il gruppo di lavoro sui temi economici e sociali, nominato dal Quirinale per facilitare un accordo di governo tra i partiti, ha chiesto 1 miliardo in più entro giugno.

Risorse che potrebbero rivelarsi neppure sufficienti a coprire tutte le necessità del 2013, dice Elsa Fornero.

La Cgil ritiene che si debba intervenire con urgenza perché "non è neanche detto che in alcune regioni si arrivi fino a giugno", ha detto ieri la segretaria Susanna Camusso a Sky Tg 24.

Secondo il sindacato di Corso d'Italia, sarebbero già 520.000 i lavoratori messi in cassa integrazione da inizio anno.   Continua...